Nov 3 2011

L’inquietudine di esistere

“…dove sarò domani, ora non lo so…”

Ogni “domani” mi sembra un giorno lontanissimo, anche se gli ultimi venti sono passati alla velocità della luce. Tutti molto uguali, molto ripetitivi. Molto noiosi. Come se fosse un unico, grande giorno in cui ancora attendo l’agognato dopo cena. Che crisi, non riuscivo a scrivere nulla da giorni e anche adesso, non ho nessuna idea di cosa leggerete. Puro trasporto dettato dal ritornello di una canzone. Una scarica incosciente di pensieri e parole che si scrivono da sole in un tipico noioso e malinconico pomeriggio. Vorrei che ci fosse attesa per qualcosa, ma non c’è. Vorrei che “domani” arrivasse subito.

Continua a leggere