Giu 30 2012

Sono una brutta persona

Ci sono alcune verità più vere di altre, e sono proprio quelle che vengono a galla per ultimo. Quelle che rinneghi fino alla fine, quelle che “non può essere”, quelle che non ammetterai mai. Almeno fino quando non diventano palesi.

Ci riflettevo proprio l’altro giorno, in ufficio, mentre mi lavavo i denti, perché adesso mi lavo i denti in ufficio. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando scrivevo assiduamente qua, ho un lavoro full time, incarichi più importanti, l’abbronzatura, ho quasi imparato a nuotare, colleziono numeri di telefono. E un culo da far invidia alla Lopez.

Ma sono una brutta persona.
Continua a leggere


Giu 18 2012

Combattere il blocco dello scrittore: tentativo n° 1

Quando non si sapeva cosa scrivere da piccoli, si iniziava il tema riscrivendo la traccia oppure la domanda, togliendo il punto interrogativo alla fine, uno squallido trucco che se si scriveva largo permetteva di guadagnare anche tre righe in lunghezza. Parto già svantaggiato, riscrivere il titolo mi infilerebbe in un vicolo cieco da cui non riuscirei ad uscire, perchè in verità non dice nulla, non è d’effetto, non è divertente, un tipico titolo-burocrate, brutto e stupido, perché lascia presupporre che ci saranno altri tentativi, fa pensare che io sia un debole che non riesce a venire fuori da uno stato catalessico-linguistico-larvale che si annida nel mio cervello da svariati mesi.

Continua a leggere