Pillola del 26° giorno – Acqua e Bob Dylan

Nella vasca l’acqua lentamente si raffredda. Adoro l’aroma del talco anche se mi mette malinconia, una specie di canto lontano. La tenda filtra la luce di un mattino incerto e il rumore delle gocce che cadono dal rubinetto sono l’unica cosa che disturba questo insolito silenzio. La casa è muta e per una volta anche la mia testa è muta. Ci sono giorni che è meglio non parlare… né con la bocca, né con il cuore, né con la mente anche se di colpo, arriva una fisarmonica a spezzare quel bianco sonoro…nella mia testa Bob Dylan canta “…people don’t live or die, people just float! “ e l’uomo dal lungo cappotto nero lentamente si muove a cavallo, entrando in un villaggio.

Questo pensiero è decisamente adatto a questo momento, a questa vita, a questa vasca.

Non si vive, non si muore. Si galleggia…


Scrivi la tua reazione allergica