Il giorno dell’indipendenza

Il messaggio mi è arrivato così, tra capo e collo, mentre guardavo l’ultima puntata dell’ultima serie di The Game of Thrones. Cuore in gola, sangue sparso per tutto il corpo ma di sicuro non al cervello. A momenti nemmeno capisco cosa sto leggendo.

Fra due mesi, o il tempo che ci vuole per sistemare alcune cose, andrò a vivere da solo. Io. Da solo. In una casa tutta per me. Gestita da me. Mi sento maturato di colpo e ancora non ho fatto niente a parte aver svuotato il conto corrente e essermi indebitato per tutta la vita. Forse è questa la maturità. Avere coscienza che una vita non ti basterà per viverla tutta.

Chissà cosa farò fra un anno. Per ora cerco di controllare il battito cardiaco, sorrido ogni tanto, ho lo stomaco chiuso, sono eccitato, spaventato, e spero di non aver fatto la più grande cazzata della mia vita.

Domani vado a firmare. Domani è il 4 Luglio. Non sono americano ma sarà un caso? Che sia di buon auspicio!

 


Scrivi la tua reazione allergica