Giu 2 2011

Guadagnare 4000 euro al mese senza fare nulla e il mistero delle pozzanghere “sopra”!

Guadagnare 4000 euro al mese senza fare nulla, standosene a casa o andando in giro a divertirsi…
Secondo voi c’è un metodo? Io non lo so, ma se ci fosse lo direste anche a me? Perchè mica mi dispiacerebbe. Sto correndo e al momento ci sto pensando ma non ho idee particolarmente brillanti nella testa.

Questa è un’altra delle mille domande che mi vengono in mente in questa mattinata estremamente attiva, troppo attiva. Talmente attiva che alle 6:40 sono dovuto uscire a farmi una corsa ma la faccenda invece di migliorare è solo peggiorata e la notte non è stata migliore. Mi sono risvegliato tre-quattro volte da tre-quattro sogni uno peggio dell’altro. In mezzo a quei oniro-deliri mi è finalmente arrivato un nome tanto agognato dal mio servizio di spionaggio tramite messaggio cellulofonico, una buonanotte, e due-tre conversazioni tecnico-tennistiche, tutti accompagnati dalle scosse Richter 7 del mio stupidphone con vibrazione.
Continua a leggere


Mar 31 2011

Pezzo N° 75 (lasciatevi rovinare la giornata da noi)

La maggior parte dei pezzi su questo blog parlano sempre delle stesse cose, due tizi insoddisfatti, talvolta sfigati, illusi, presi per il culo ma ancora abbastanza incazzati per scrivere stronzate. 75 pezzi in cui giriamo la frittata e cambiamo giusto i condimenti. Oh certo, qualche risata ve la fate ogni tanto, ce ne rendiamo conto anche noi che a volte serve staccare dalla realtà. In realtà avremmo anche un sacco di altra carne al fuoco, fantascienza, storie pulp, roba geniale e divertente, solo che uno è preso dal suo “masterpiece”, io sono preso e basta. A quelli con un po’ di fantasia finire il concetto. A quelli che mi conoscono…è fin troppo facile.

In teoria non avrebbe un gran senso festeggiare il 75° pezzo del blog, ci sono traguardi più altisonanti come il 100° o il 1000°, ma d’altronde il blog è mio (nostro) e faccio quel cavolo che mi pare, quindi vi cuccate questa celebrazione e cliccate pure su “mi piace”, ve lo ordino e poi, chissà se ci arriviamo davvero al 100, quindi meglio anticipare.
Continua a leggere