Giu 2 2011

Guadagnare 4000 euro al mese senza fare nulla e il mistero delle pozzanghere “sopra”!

Guadagnare 4000 euro al mese senza fare nulla, standosene a casa o andando in giro a divertirsi…
Secondo voi c’è un metodo? Io non lo so, ma se ci fosse lo direste anche a me? Perchè mica mi dispiacerebbe. Sto correndo e al momento ci sto pensando ma non ho idee particolarmente brillanti nella testa.

Questa è un’altra delle mille domande che mi vengono in mente in questa mattinata estremamente attiva, troppo attiva. Talmente attiva che alle 6:40 sono dovuto uscire a farmi una corsa ma la faccenda invece di migliorare è solo peggiorata e la notte non è stata migliore. Mi sono risvegliato tre-quattro volte da tre-quattro sogni uno peggio dell’altro. In mezzo a quei oniro-deliri mi è finalmente arrivato un nome tanto agognato dal mio servizio di spionaggio tramite messaggio cellulofonico, una buonanotte, e due-tre conversazioni tecnico-tennistiche, tutti accompagnati dalle scosse Richter 7 del mio stupidphone con vibrazione.
Continua a leggere


Mar 14 2011

Sono un coglione

Mi considero fortunato, o almeno, abbastanza fortunato.
Ho i miei momenti no con i classici problemi della vita come succede a tutti ma ho una famiglia, persone che mi vogliono bene, una vita “agiata” e il lavoro. Su quest’ultimo aspetto soprattutto, mi considero davvero fortunato perché sono uno delle poche persone che non lo cerca no…è il lavoro che cerca me. Una settimana fa credevo di non averlo più ad esempio ma non ne ero minimamente preoccupato. Quattro giorni dopo ne avevo di nuovo due ed è sempre stato cosi dall’età di 22 anni.
La cosa bella del mio lavoro (che mi sono creato da zero, quindi qualche merito ce l’ho) è che mi occupa poche ore al giorno che oltretutto gestisco come voglio, mi lascia un sacco di tempo libero, mi diverte e soprattutto, mi rende bene. Stavo giusto cominciando a pensare a come occupare il resto del tempo quando sabato mattina arriva una chiamata inaspettata: un tizio aveva sentito da un tizio amico di una tizia che forse uno che si chiamava come me e con il mio numero di telefono sapeva fare in qualche modo un lavoro che a lui serviva.
Continua a leggere